CROWDFUNDING FOR INDIVIDUALS - COMPANIES - INSTITUTIONS - FOUNDATIONS

Riapriamo le porte al lavoro

Riapriamo le porte al lavoro

Share with your friends

 

LA SITUAZIONE LAVORATIVA.

Purtroppo come ormai tutti sanno il mercato del lavoro è in crisi, in cinque anni i disoccupati sono aumentati di 1,2 milioni, l'emergenza lavoro è sempre più drammatica. Dal 2007 al 2013 la quota di forza lavoro disoccupata è cresciuta del 4,6%, una stima Istat certifica che gli Italiani disoccupati sono circa 3.300.000 in costante aumento.

I dati diffusi oggi sono la certificazione di un dato più volte denunciato, frutto del perdurare della crisi economica, delle enormi carenze infrastrutturali del territorio, della assenza di politiche industriali, della desertificazione produttiva, dell'assenza di investimenti pubblici, della grave e colpevole assenza di politiche pubbliche per difendere la dignità del lavoro, l’occupazione, il tessuto produttivo. Anche il Governo e gli Enti locali hanno fatto poco o nulla per contrastare questo declino.

E in più la crisi è sempre peggio perchè le banche non aiutano, le piccole e medie sono in ginocchio. Questi i dati:

1) “In un anno, le aziende hanno subito un calo di 38 miliardi nella concessione di finanziamenti per investimenti e ristrutturazioni del debito”.

2) “Le banche causa la chiusura dei mercati dei capitali all’ingrosso non sono riuscite a coprire i 200 miliardi di funding gap” 

Se l’economia italiana è in frenata, la colpa non va probabilmente attribuita né alle imprese che non fanno investimenti, né alle banche che non danno credito, ma a quei fattori che contribuiscono a comprimere la domanda interna. Comunque, tali considerazioni non dovrebbero prescindere dal fatto che le condizioni applicate per l’erogazione di credito in Italia siano mediamente molto più rigide rispetto all’area-euro dal fatto cioè che le banche italiane hanno mediamente un contributo maggiore rispetto alle banche degli altri paesi-euro sulla stagnazione dell’economia. Quando dunque si parla di piccola ripresa in corso o di luce in fondo al tunnel bisogna specificare che sia la ripresa che la luce del tunnel non vengono viste ne dalle imprese che stanno chiudendo, ne dai disoccupati che continuano ad aumentare, ne dalle famiglie che tagliano sempre di più la propria spesa.

 

LA MISSION.

Una citazione conosciuta dice “il lavoro produce lavoro,il successo produce successo, il denaro produce denaro”, allo stato attuale della situazione in Italia come ben sappiamo purtroppo non è così… stiamo tornando indietro! Mi chiamo Manuel Maurizio e sono tra quelle persone che in un’età non più giovane fanno un’enorme fatica a trovare un posto di lavoro se pur con esperienza pluriennale nell’ambito commerciale. Oltre alla laurea in economia, alle superiori avevo intrapreso gli studi in informatica conseguendo il diploma di perito informatico e mi sono detto perché non creare un’attività di questo genere? Come tutti sappiamo la tecnologia avanza sempre più ogni giorno, nascono sempre nuovi prodotti e innovazioni tecnologiche, molte persone non aspettano altro che l’uscita dell’ultimo modello di smarphone, tablet, laptop ecc. per essere sempre al passo con i tempi. Ma, queste “macchine” si possono rompere, possono avere dei problemi, devono essere aggiornate costantemente per dare il meglio nelle loro applicazioni e moltissima gente non sa nemmeno da dove cominciare o a chi rivolgersi. Questo è il motivo che mi ha spinto a intraprendere la strada per creare un’attività commerciale in questo ambito con l’intento di dare a qualche persona la possibilità di collaborare e/o lavorare con me.

 

IL PROGETTO.

Questo progetto consiste nel avviare un’attività suddivisa in tre sezioni la prima è di assistenza e riparazione di personal computer, tablet, smartphone, laptop, palmari, la seconda si occuperà del recupero dati informatici e di analisi informatiche forensi e infine la terza consiste in un reparto di realizzazione e creazione di siti web, grafica e creazione marchi e loghi, un servizio di stampa è fotocopiatura e per finire anche un servizio di realizzazione di biglietti da visita e timbri digitali personalizzati. Naturalmente è impossibile che possa portare avanti tutto da solo, per questo in questo progetto offro la reale e concreta possibilità di dare lavoro ad altre persone. Una seria e concreta possibilità di creare e produrre lavoro.

Nel mio piccolo ho già iniziato una parte di questa attività con un sito internet già avviato e regolarmente registrato, con vari software e attrezzature per iniziare ad operare e con diversi clienti soddisfatti per il lavoro svolto. La parte negativa è che facendolo in anonimato “ovvero a casa mia” la possibilità di espansione sono molto limitate se non nulle. Per quanta pubblicità possa fare con volantini, passaparola, condivisioni in rete, nei social network e siti di promozione pubblicitaria molta gente resta scettica perché non si fida se non ti conosce, perché forse non ha la garanzia di un lavoro accurato e ben fatto non avendo una sede pubblica commerciale e per mille altri motivi di varia natura.

 

COME NASCE L’IDEA.

Diciamolo francamente, se o dicessi a qualcuno di voler aprire un’attività commerciale in questo periodo nero della nostra economia molta gente mi darebbe del pazzo incosciente… forse hanno ragione, girando nella mia cittadina mi sono accorto di quante attività hanno chiuso o stanno chiudendo, ma è anche vero che nel commercio come nel settore imprenditoriale se non rischi non rosichi.  Un giorno parlando con una mia cliente mi diceva di quanta difficoltà ha avuto per trovare qualcuno che le sistemasse il computer perché le serviva per motivi di lavoro, i pochi centri che conosceva erano oberati di lavoro e nemmeno quasi l’ascoltavano, quando poi finalmente ha trovato chi le faceva il lavoro oltre ad aver aspettato due mesi (cosa assurda) tornata a casa e accendendo il computer si è accorta che il lavoro era stato fatto a metà. Questa conversazione mi ha spronato e convinto a volere ancora di più credere in questo progetto, da una parte per rendere un servizio serio e onesto alle persone e dall’altra perché esistono pochi centri che fanno un lavoro e danno un servizio mirato, serio e con reali garanzie di non farti aspettare mesi per ultimare il lavoro, e infine per dare la possibilità a delle persone di poter lavorare onestamente e regolarmente.

 

PER CONCLUDERE.

Io credo fortemente in questo progetto anche se forse non sarà innovativo ma sono sicuro che può riuscire, sto dando tutto me stesso anima e corpo per portarlo avanti e farlo decollare, ho già investito 8000 euro tra apparecchiature, software pubblicità e varie cose, ora servono 35.000,00 euro per lo start-up dell’attività, la sede commerciale, l’arredamento, i materiali, pratiche e altre cose.

Perché il crowdfunding? Perché in primo luogo fa conoscere agli utenti della rete quello che si vuole portare avanti, perché è un modo come un altro di fare pubblicità e farsi conoscere, perché può fare la differenza nel modo di fare impresa nel nostro paese e perchè le donazioni o la ricerca fondi possono fornire all’Italia ciò che manca (IL CAPITALE) a ciò che abbiamo già (IL TALENTO).

 

Spero di tutto cuore che molti di voi contribuiranno a sostenere questo progetto molto importante per me e per altre persone, sono certo che aiutandoci si può rinascere e ricominciare a fare qualcosa di buono e utile. Ringrazio anticipatamente quanti di voi aderiranno e ci daranno il loro voto per portare a termine questa idea.

Per quanti volessero dettagli o informazioni, o se foste interessati ad investire del capitale in una società non esitate a contattarmi via mail: manucfw@gmail.com

 

Manuel Maurizio P.

 

SUBSCRIBE TO OUR NEWSLETTER

and keep always in touch with our initiatives.

Crowdfunding Istao Crowdfunding Fondo Ambiente Italiano Crowdfunding Quotidiano Nazionale Crowdfunding Il Resto Del Carlino Crowdfunding Cronache Maceratesi
All rights reserved - PROPOSIZIONE.COM - P.I. 01926770445