CROWDFUNDING PER PRIVATI - AZIENDE - ISTITUZIONI - FONDAZIONI

  • Scopri i progetti e contribuisci alle campagne di Crowdfunding pubblicate su PROPOSIZIONE.COM.
    +
  • Trova le risposte alle domande ed ai dubbi più comuni sul Crowdfunding e su PROPOSIZIONE.COM.
    +
  • Vuoi un aiuto da un esperto di Crowdfunding? Chiedi ai nostri advisors, professionisti collaboratori di PROPOSIZIONE.COM
    +
  • Se hai esperienza in un settore professionale e vuoi aiutare progettisti che hanno buone idee ma poca esperienza, inviaci la tua richiesta e diventa ADVISOR.
    +

Crowdfunding per l'Architettura

Crowdfunding per edilizia e studi di architettura

Il Crowdfunding, cioè il finanziamento collettivo, offre ottime opportunità per l’architettura e l’edilizia, sia per i Tecnici che per le Comunità di Cittadini.

Fino ad oggi i Tecnici, come gli ingegneri, gli architetti o i geometri, hanno partecipato solo parzialmente ai processi di finanziamento dei progetti di costruzione.

Una campagna di Crowdfunding aumenta il ruolo dei Tecnici nel ciclo di finanziamento, fornendo nuovi modelli di investimento e nuovi strumenti di comunicazione.

Tramite il Crowdfunding i Tecnici hanno la possibilità di lavorare insieme alle Comunità locali discutendo, sviluppando e realizzando idee, in modo da portare a finanziamento una maggiore varietà di progetti rispetto al passato.

Questo modo di operare genera nuove opportunità di lavoro a breve e lungo termine, sia per i Tecnici che per le Comunità di Cittadini.

Per il successo di un progetto architettonico finanziato con una campagna di Crowdfunding è importante che esso abbia uno scopo collettivo e che risponda a un condiviso interesse locale.

Può capitare che un progetto innovativo nel design e nella filosofia, o che interessa una Comunità ristretta, abbia poche possibilità di ottenere finanziamenti attraverso le vie convenzionali.

Tuttavia, questo tipo di progetti, con valori fortemente emozionali, hanno il grande vantaggio di attrarre il consenso delle Comunità di riferimento.

Questo consenso può essere attivato e moltiplicato fino a scaturire in un finanziamento tramite una campagna di Crowdfunding.

Portiamo come esempio un progetto di riqualificazione di uno spazio pubblico per migliorarne la fruibilità a favore di tutta la comunità.

Il Progettista, coinvolgendo i Cittadini tramite i Social Network, sceglierà insieme a loro i nuovi servizi dedicati ai giovani, agli anziani ed alle famiglie.

Questa partecipazione attiva dei destinatari fornisce un’implicita approvazione del progetto e ne aumenta le possibilità di finanziamento anche dopo il lancio tramite donazioni private.

I Cittadini stessi, aiutati dal Progettista, definiscono le proprie necessità e instaurano rapporti di collaborazione, che potranno tramutarsi in contratti di lavoro fra aziende del settore interessate alla realizzazione dell’opera.

Progettista, Cittadini, Imprese Esecutrici e Sostenitori comunicano direttamente, in modo trasparente, ancora prima della definizione del progetto architettonico.

Questo sistema compartecipativo permette di ottimizzare i costi e di soddisfare le esigenze della Comunità come mai è stato possibile fino ad oggi.

Con il Crowdfunding si possono finanziare progetti di ogni tipo: ponti pedonali, strutture religiose, musei, aree verdi… insomma tutti gli interventi che migliorano il territorio di una Comunità.

L’utilizzo del Crowdfunding sviluppa i rapporti fra le persone e sostiene l’economia locale, finanziando progetti e creando lavoro.

La saggezza della folla premia i progetti flessibili e con un forte richiamo emotivo, cioè su misura per le circostanze ed il pubblico al quale sono destinati.

Perché emergano i fattori di emotività e flessibilità il Progettista deve instaurare un rapporto di fiducia con i Sostenitori, i quali devono riconoscere la sua creatività e la sua capacità organizzativa e realizzativa.

Questo significa che i Tecnici trarranno grandi vantaggi da una campagna di Crowdfunding perché, investendo nella propria professionalità, ottengono un miglioramento del metodo di lavoro che diventa più creativo, flessibile, e adatto a reagire alla crisi dei mercati.

Grazie alle strette relazioni instaurate con le Comunità riusciranno a promuovere, spiegare e migliorare i servizi che offrono, e la loro visibilità raggiungerà livelli mai avuti in precedenza e difficilmente ottenibili tramite campagne pubblicitarie, anche molto costose.

Per i progetti di architettura o di edilizia, valgono le stesse regole di ogni altra categoria: decidere il Finanziamento Richiesto, determinare come verranno spesi i soldi e comunicare tutto questo in modo interessante e coinvolgente.

Se un progetto deve ancora essere iniziato ed esiste solo sulla carta, se ne possono evidenziare l’urgenza e la necessità per la Comunità. Perché ciò non sembri minaccioso, si possono programmare attività per gradi a seconda del livello di finanziamento raggiunto.

Quando un progetto è già in fase di realizzazione, si può spiegare che il mancato raggiungimento del finanziamento richiesto porterebbe all’abbandono, sprecando i soldi già utilizzati e lasciando l’opera incompiuta, destinata a generare problemi per la Comunità.

Naturalmente si dovrà essere chiari nell’esporre i motivi per cui i fondi esistenti non sono sufficienti. Verità, chiarezza e trasparenza sono sempre essenziali e decisive.

Un progetto già in fase di realizzazione viene percepito come più facile da completare, quindi può attrarre maggiori finanziamenti proprio perché i sostenitori sentono di essere già “a metà strada”.

I progetti di architettura possono richiedere finanziamenti elevati, affinché i Sostenitori sentano di essere vicini al traguardo si può utilizzare una tecnica di motivazione che preveda la partecipazione di Enti Pubblici o di Finanziatori Professionali.

Sapendo che il Comune, la Provincia o la Regione, oppure una Fondazione o una Banca, investiranno nel progetto, i Sostenitori avranno fiducia nella realizzabilità e contribuiranno con donazioni maggiori sia nel numero che nel valore.

Gli Enti Pubblici possono dichiarare che finanzieranno l’opera in qualunque modo si concluda la campagna di Crowdfunding. In questo caso il meccanismo motivatore agirà al massimo, portando i Sostenitori a finanziare con interessamento e aspettativa il progetto.

I sostenitori possono avere molteplici ragioni per sostenere una campagna e il loro contributo non si limita alle donazioni in denaro.

La folla può emozionarsi e identificarsi, in questo caso il suo contributo più grande sarà la creazione di attenzione verso il progetto.

Nella preparazione di un video, o di un testo di presentazione, si dovrà sempre ricercare l’identificazione e l’emozione dei Sostenitori.

Ad esempio, per creare identificazione per un ponte pedonale per l’attraversamento di una strada trafficata, si potrà dire semplicemente che la città è tagliata in due dal traffico, quindi si presenterà il progetto con i costi, i tempi e i modi di realizzazione.

Molti cittadini si sentiranno coinvolti e riconosceranno la necessità del progetto. Delineare il problema e suggerire una soluzione praticabile significa condurre con successo una campagna di finanziamento collettivo.

Al contrario, per ricostruire un edificio sacro danneggiato da un terremoto, ci si concentrerà sull’urgenza del progetto più che sul modo in cui verrà eseguito. La Comunità colpita da una calamità naturale ha bisogno di aiuto, di ritrovare unità e speranza. In questo caso creare emozione significa cercare di riattivare la fiducia della Comunità verso i suoi stessi membri, che si uniscono intorno ad un simbolo e partecipano ad una causa comune da cui ripartire.

Nel caso in cui il progetto, una volta terminato, crei un prodotto o un servizio appetibile, si può offrire come ricompensa per il sostegno economico un servizio gratuito.

In questo modo non si ha il bisogno di stimolare eccessivamente le emozioni e di creare identificazione, tuttavia l’identificazione dei sostenitori e la componente emozionale restano pur sempre gli strumenti migliori per propagandare una campagna.

Creare emotività ed identificazione serve anche ad attirare l’attenzione di persone fuori dalla normale portata sociale del progettatore della campagna, aumentando il volume dei Sostenitori.

Per creare interesse in persone non direttamente legate emotivamente al progetto si può contare sull’entusiasmo dei Sostenitori più coinvolti, che sfrutteranno le loro reti di conoscenze per promuovere la campagna, ma si deve anche avere una strategia di comunicazione che usi il social networking per mostrare coerenza. Si deve essere credibili e sinceri in ogni momento.

Una campagna di Crowdfunding sensibilizza l'opinione pubblica. La realizzazione di un progetto che scaturisce dalla collaborazione fra l’Amministrazione Comunale, i Cittadini, i Tecnici Liberi Professionisti e le Associazioni Locali, aggrega le masse e aumenta la consapevolezza civica e politica.

Sono molti i valori aggiunti del Crowdfunding, iscrivendovi gratuitamente su PROPOSIZIONE.COM e presentando un progetto, potrete scoprirne molti altri e crearne voi stessi, utilizzando lo strumento del finanziamento collettivo.

Crea la tua campagna di

CROWDFUNDING

e trova i fondi per i tuoi progetti!

ISCRIVITI GRATIS ORA

Dubbi? Domande? Inviaci un messaggio!

Compila questo modulo per richiedere informazioni a PROPOSIZIONE.COM. Sarai ricontattato il prima possibile.
Ti preghiamo di compilare tutti i campi obbligatori.
captcha
Ricarica

Aiuto On-line

  • 1
  • 2

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

e rimani sempre informato sul Crowdfunding e sulle nostre iniziative.

Crowdfunding Istao Crowdfunding Fondo Ambiente Italiano Crowdfunding Quotidiano Nazionale Crowdfunding Il Resto Del Carlino Crowdfunding Cronache Maceratesi
All rights reserved - PROPOSIZIONE.COM - P.I. 01926770445